Archive for the ‘Feeds’ Category

Ebook: i big scendono in campo

6 settembre 2007

In sequenza del tutto casuale vengono fuori, dopo l’ultimo post, tre importanti sviluppi dedicati ai libri elettronici che non possono attendere la turnazione di argomenti che talvolta mi illudo di poter dare a questo blog ;-). Nell’articolo Envisioning the next chapter for electronic books il NYT ci racconta che Amazon ha (quasi) lanciato il suo Kindle: lettore di ebook che promette di fare meraviglie e soprattutto di dare una scossa ad un segmento del mercato editoriale mai veramente decollato.

Sarà il numero di libri che il lettore permette di portare con sé, la chiave del successo di Kindle? Oppure è il modem che gli acquirenti porteranno a casa ben impacchettato nel device? Modem che permetterà di connettersi ad Amazon, acquistare libri, leggere news nei feed, dare una scorsa ai quotidiani. Eh già, la connessione alla Rete, ciò che secondo il NYT è mancato ai dispositivi che da anni cercano di conquistare un mercato finora rivelatosi ostico e scivoloso. Per il resto una sorta di ITunes dedicato ai libri: formato proprietario, connessione e downolad (d)al sito della casa madre.

E Google? Non sta a guardare, ovvio, e si prepara

Non potevo esimermi dall’effettuare qualche prova, e perciò posso già presentarvi la mia biblioteca monotematica di ben due libri e tutti e due sul reference ;-)! Come Google CSE, anche Google Libri consente di inserire un gruppo di ISBN e caricare libri in blocco, oltre a mostrare la biblioteca su una pagina pubblica con tanto di feed dedicati, importare ed esportare libri, scrivere recensioni, inserire punteggi e tag (e magari presto vedremo qualche funzionalità conversazionale à la Amazon, per l’appunto). Tutto da sperimentare e migliorare, ma la forza di Google qui è di legare il social tagging dei libri al suo algoritmo di ricerca e al bulk di testi digitalizzati online…

[Il lettore Kindle e la vendita dei libri da parte di Google sono stati raccontati dal New York Times e da me scoperti grazie a un messaggio sulla insostituibile mailing list Web4Lib, lista che mi ha permesso anche di apprendere delle biblioteche personali su Google Libri]

Google acquista FeedBurner al motto di “more for free”!

12 luglio 2007

E Google acquistò anche FeedBurner e liberalizzò alcuni dei servizi un tempo a pagamento… TotalStats e MyBrand ora sono utilizzabili gratuitamente da tutti gli utenti di FeedBurner. Il primo è un servizio di statistiche – uno dei tra i più accreditati – relative ai feed RSS mentre il secondo permette di personalizzare la url dei feed, visto che questi ultimi, una volta gestiti con FeedBurner, sono (erano) soggetti alla riscrittura dell’url (del tipo:
http://feeds.feedburner.com/bonariabiancu piuttosto che https://bonariabiancu.wordpress.com/feed/).

Da Burning Question, il blog di FeedBurner (grassetti miei):

FeedBurner has always been a publisher-centric company. We built the company around a central theme and hypothesis that distributed media present publishers with immense opportunities as well as spiraling complexity.

The vision is straightforward: publishers who successfully promote distribution and measure consumption will be in a position to derive more value (aka make more money, gain more influence, etc.) from media distribution. Feeds present a simple and ubiquitous opportunity for publishers to embrace distributed media, but content distribution standards without metrics, publicity tools, and monetization engines are ultimately of little value to individuals and organizations whose businesses depend on an ability to maximize and measure reach.

E ora per gli utenti di Blogger si aprono buone prospettive: intanto si comincia con l’integrazione dei servizi di FeedBurner con il CMS di Google…

Direi che in questo momento prevalgono in me i sentimenti di gioia esultante ;-) Magari domani comincerò a pensare alle conseguenze… Sul web le conversazioni già fervono, e, certo, ciò che dice l’ammirato Ne.co.si su Shannon (un bell’esempio di giornalismo tecnologico 2.0) non è sbagliato…

Feeds RSS for EBSCOhost

23 maggio 2007

EBSCOhost now features a new, one-step process for creating Search and Journal Alerts, and capturing RSS feeds. Initially, this new process can be enabled by users who click on the red New Features link in the top right corner of the EBSCOhost screen, and then check the box in front of the feature, listed under What’s New. It is then enabled for the current search session.

Later in the fall, this feature will move off the New Features screen in EBSCOhost, and can be turned on or off by library administrators who have access to EBSCOadmin. For example, after conducting an EBSCOhost search from the Advanced Search Screen, users will see the RSS orange icon under the Search History/Alerts sub-tab. When clicked, EBSCOhost will automatically create a Search Alert, using the search criteria:

EBSCOhost displays confirmation that the Search Alert has been created, including its RSS feed, used to enable news readers or web pages (aggregators) to display alert results. As long the EBSCOhost user adds the feed to an aggregator within one week of its creation, it will not expire, unless the aggregator does not automatically update results (extremely unlikely) supplied by the feed for two months. More information on Ebsco Support.

(via RSS4Lib)

Biblioteche come conversazioni: 2.0 intorno e oltre l’architettura

13 maggio 2007

Come di consueto in occasione dell’assemblea annuale dei soci il CNBA organizza un seminario su un tema di attualità e di interesse professionale, rivolto anche ai colleghi che non fanno parte dell’associazione: quest’anno il titolo scelto è Biblioteche come conversazioni: 2.0 intorno e oltre l’architettura.

Il seminario si svolgerà nella nuovissima, appena inaugurata Biblioteca di Area Scientifico-Tecnologica, Via della Vasca Navale 79/81 (http://www.sba.uniroma3.it/docs/biblio/sct.html), dalle 9,30 alle 13,30: sono previsti gli interventi

  • Federico Meschini – De Montfort University (Leicester) : Biblioteca 2.0: verso un information network partecipato
  • Nicola Benvenuti – Biblioteca di scienze tecnologiche – Università di Firenze: Per una ecologia dell’informazione: dalla codificazione alla condivisione
  • Pierre Piccotti – Sistema informativo bibliotecario di Ateneo – IUAV: L’esperienza RSS di Archinet
  • Jules Piccotti – Web technical manager: Web 2.0: strumenti e tecnologie per la realizzazione di servizi innovativi
  • Maria Leonardi – Biblioteca del Dipartimento rilievo analisi e disegno – Università La Sapienza: Arcobaleni e blog
  • Bonaria Biancu – Biblioteca di Ateneo – Università di Milano Bicocca: Aggregare le informazioni sul web: esperienze a confronto
  • Karen Coyle – Library consultant: La biblioteca 2.0 e il ruolo dei servizi web

con un coffee break a metà mattina e un buffet tra il seminario e l’assemblea dei soci, per tutti i partecipanti.

(post pubblicato da Serena Sangiorgi su Rainbow, il blog del CNBA)

Network partecipativi

4 marzo 2007

Grazie a una mail di Bill Drew, ho scoperto l’esistenza di Ning, un aggregatore di informazioni e persone, volto a riunire in un unico punto spazio-temporale flussi di dati provenienti da fonti differenti.

Il grande Bill ha creato il network Library 2.0 (join it!), e, dopo aver prontamente aderito, ho pensato che sarebbe stato interessante provare a raccogliere i punti di vista dei bibliotecari italiani sul tema del 2.0 e della collaboratività online, ed ho creato Biblioteca 2.0. E’ un modo per vedere fin dove ci si può spingere con l’utilizzo degli strumenti del web 2.0 e fino a che punto i limiti dell’immaginazione coincidano con i limiti tecnici (e viceversa).

Biblioteca 2.0 nasce dunque con l’obiettivo di verificare le potenzialità dei tool per la creazione di reti di persone – in questo caso bibliotecari o interessati al tema. Ognuno può iscriversi, postare sul blog, accendere un tema di discussione sul forum, inserire delle foto (anche via Flickr).

Mi piace l’ide di poter attivare chiamate (API), come quella a Flickr, e di poter richiamare grazie ai feed qualsiasi tipo di informazione (in questo momento nella colonna di sinistra appaiono i titoli degli ultimi 5 post di questo blog). Mi piace che ogni membro del network possa inserire una foto e rendersi così visibile (è bello ogni tanto vedere le facce delle persone con cui chatti o scambi email ;-).

Mi piace che vi siano feed per tracciare gli autori dei post o degli interventi sul forum o dei contributori di foto. Mi piace che si possano spedire le foto anche via cellulare, caricare video da fonti esterne (per esempio da YouTube) e che si possa customizzare il layout (attraverso temi). Mi piace infine l’aspetto poco-myspace, ovvero il fatto che Ning non sia troppo subissato di interfacce, box, colori, suoni etc. – tutte cose di cui MySpace è pieno e che generano disordine cognitivo ed estetico.

Vista dall’esterno: non mi piace che il layout sia poco personalizzabile (ma mi rendo conto che siti come Ning non sono fatti per i puristi dei fogli di stile ;-). Non mi piace anche la poca integrazione con blog già esistenti su altre piattaforme (a meno che non si utilizzino altri tool, i post scritti, poniamo, su questo blog, non sono visualizzabili come post miei su Biblioteca 2.0). Dovrebbe esservi anche più integrazione con i siti di social bookmarking come Del.icio.us o CiteULike (attualmente è ammesso per questi solo il dowload dei feed come generici RSS).

A prima vista credo che Ning potrebbe aiutare almeno per gestire:

  • convegni/seminari/giornate di studio (collaborazione tra i relatori e con i partecipanti prima e dopo)
  • biblioteche, in quanto strumento volto a creare reti partecipative tra bibliotecari e utenti e tra utenti e utenti
  • gruppi interessati ad un argomento settoriale che magari viene affrontato su molti siti e con diverse modalità ed ha quindi una presenza frammentata online.

Che ne dite? Partecipate a Biblioteca 2.0 e sperimentate!