Scegli un libro per il blog

Chi ha decretato la morte del libro? I blogger no di sicuro. Vox, la popolare piattaforma di blog publishing di Six Apart offre la possibilità di associare ai post non solo immagini (banale), audio (scontato) e video (troppo trendy per i veri duri) ma, udite udite, veri LIBRI!

Editing di un post

Editing di un post

Nell’editor del blog si può scegliere, insieme ai classici oggetti multimediali, di inserire un libro dalla propria biblioteca o direttamente da Amazon, che è possibile interrogare per parola chiave on the fly. Che io sappia Vox è l’unica piattaforma che offra una funzionalità del genere. C’è qualcuno che possa smentirmi?

Scelta del libro da inserire

Scelta del libro da inserire

7 Risposte to “Scegli un libro per il blog”

  1. Giofilo Says:

    Per chi usa WordPress, esiste un magnifico plugin per creare una biblioteca, con tantissime funzioni. Si chiama “Now reading”, ecco l’indirizzo: http://robm.me.uk/projects/plugins/wordpress/now-reading .

    Ciao

  2. bonaria Says:

    Grazie molte Gio, è davvero un plug-in molto interessante! Anzi, a giudicare dagli screenshot, mi sembra una funzionalità aggiuntiva più che un semplice plug-in… Se aggiungesse la possibilità di interrogare anche altri publisher (o almeno LibraryThing, che fungerebbe da meta-catalogo) sarebbe ottimo. Di default, poi, inserirei qualche metadato in più per descrivere i libri, ma forse questa è una deformazione da bibliotecaria ;-)

    In ogni caso il fatto che – in questo come in altri casi – possa essere tu a determinare quali metadati adoperare, è un’opzione irrinunciabile. Se non ho capito male anche tu adoperi Now Reading: è corretto?

    Hai mai visto il WPOPAC? E’ un OPAC (catalogo online) costruito su WordPress. Maison Bisson ne ha fatto un vero e proprio catalogo di biblioteca… Se ti interessa qualche tempo fa avevo scritto qlcs a riguardo. Che ne pensi?

  3. shaitan Says:

    WPOPAC ha cambiato nome e si chiama (chiamerà) Scriblio http://www.code4lib.org/trac/wiki/Scriblio

    il problema è sempre lo stesso “Shut up, and show them code”… se ne parla da quasi un anno ma non è ancora uscita una versione disponibile al download.

    Sicuramente, e lo capisco, per renderlo installabile come un semplice plugin ci saranno difficoltà e la mia non vuole essere una critica all’ideatore.

    Però i progetti foss spesso si reggono sulla massima “release soon release often”…se non ci sarà una versione disponibile a breve di wpopac/scriblio non si ricorderà più nessuno :)

  4. bonaria Says:

    Sono d’accordo, Shaitan, e non vedo motivazioni perché Bisson non abbia ancora pubblicato il codice… Anche perché sobbarcarsi tutto da solo l’onere di scrivere il codice perfetto mi sembra un’impresa improba…

  5. Giofilo Says:

    Esatto, Now Reading è proprio una funzionalità aggiuntiva!
    Per i metadati, inoltre, è possibile crearne di propri. E’ un plugin molto versatile. Inoltre il suo autore lo aggiorna frequentemente con nuove versioni.

    Io, sul mio blog, l’ho utilizzato al 30% delle sue possibilità, perché non ho grandi pretese: non ho inserito la funzione di “ricerca” tra i libri, la possibilita di dare un “voto” ai libri (cosa che non sopporteri) ed anche la pagina “autore” dove è possibile elencare tutti i libri scritti da uno stesso autore.

    Di Wpopac (grazie per la segnalazione) ne penso il meglio possibile! Non sono un esperto di Web 2.0, di editoria tradizionale e digitale-multimediale, ma mi sembra un’idea ottima.

    Piuttosto, complimenti per il tuo blog: scrivi molto bene, chiaramente e con ottime capacità di sintesi, scrivi di argomenti spesso giudicati “seriosi” rendendoli molto accessibili ed accattivanti per chi, come me, con i libri ci convive.

    …e poi sei originalmente Filosofa…quindi siamo sulla stessa lunghezza d’onda ;-)

    Ciao

  6. bonaria Says:

    Caro Gio, il tuo commento e il tuo sito mi hanno commosso – ricordando i tempi in cui studiavo la logica e il pensiero di Nietzsche ho rivissuto un brivido molto filosofico ;-) Sei davvero bravo: complimenti per tutte le tue iniziative. Ed è bello che sia un ragazzo del Sud a portarle avanti… Ah, che sollievo la purezza del filosofo che dice che non sopporterebbe di dare un voto ai libri!
    Va bene, basta così, sto diventando sweet librarian piuttosto che geek librarian ;-)

    A presto e buon lavoro!

  7. Giofilo Says:

    Grazie per le tue parole ;-)

    A presto,
    Giovanni

    p.s.: ti seguo via rss, quindi mi rileggerai presto!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: