Previsioni per il 2007

Anche questa volta la techno-librarian Karen Schneider (bello vedere una donna proclamarsi tale!) ha aggiornato la lista dei Library Trends per il 2007. Benché prudenzialmente centrata sull’America del Nord, credo proprio che potremmo adottarla per qualche sana riflessione anche nel cuore della vecchia Europa ;-)

Ecco allora un assaggio di cosa succederà:

  • “People increasingly rely on and trust the web for news and information.
  • It is increasingly difficult to function without email, and even easier to function with it.
  • Many more people have IM than you might think. (vedi sotto)
  • The bookstore is going away. (That makes me sad, and yet I buy from Amazon, too.)
  • The film camera is an anachronism.
  • Wifi is an assumption in many settings.
  • Everyone has a cell phone. O.k., only 203 million Americans have cell phones, and only 2 out of 3 global citizens. Most of those citizens are teenagers and college students, for whom the cell phone must be attached to one ear for at least 80 percent of the waking day, as far as I can tell from observation.
  • It is now pretty much a given that anything you do in a public setting can potentially be blogged, podcast, or uploaded to YouTube in a matter of minutes. (Privacy is increasingly porous.)
  • Library vendors’ customers (that would be us) are expecting more for their users, and asking harder questions.”

Beh, formulazioni ragionevoli nonché decisamente sottoscrivibili. Personalmente mi auguro davvero che il 2007 possa essere in Italia l’anno dell’esplosione del Wi-Fi, nelle città, nei luoghi di ritrovo, nelle università e, perché no, anche nelle biblioteche (ma che non siano collegamenti chiusi!).

Infine, anche una previsione che forse agli ILS vendor non farà piacere ma che a noi concede qualche speranza:

“… O.k., predictions–want one? Evergreen, the open source ILS, will reach a tipping point in 2007–just enough new customers to put it on the brink of being to the ILS what Apache has become for web servers: the common-sense choice.

Direi che almeno su un punto possiamo già dare ragione a Karen: uno studio di ben tre università di chiara fama (University of the Pacific in California, US, National Chung Cheng University, Taiwan e Miami University, US) riportato da New Scientist, ha scoperto che la produttività cresce di più se chi collabora adotta quale mezzo di comunicazione l’IM piuttosto che la mail. E questa è una gran cosa per chi, come me, vorrebbe vedere nella propria buddy list di GTalk almeno tutti coloro i quali sono presenti nell’indirizzario del client di posta elettronica (e anche per chi, come me, crede nella bellezza futurista della velocità ;-)…

(da non perdere anche i commenti ai Trend di Karen Schneider: anch’essi un bel segno dei tempi…)

Una Risposta to “Previsioni per il 2007”

  1. Kagilla Says:

    Io direi che non sono trends riservati solo ai librarians..
    Per quanto riguarda il Wi-Fi, sulla rubrica Italians, tenuta da B. Severgnigni sul sito del Corriere, c’è stato tempo fa un dibattito piuttosto “consistente”. L’indirizzo è http://www.corriere.it/solferino/severgnini/; il periodo è tra novembre e dicembre.
    Ciau!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: