Rollyo: motore aperto da personalizzare

Se quando fate un reference provate e riprovate una ricerca sui principali motori senza cavare un ragno dal buco e pensate sospirando: ah, se avessi un milione di euro e potessi mettere su un motore di ricerca tutto mio, calibrato sulle fonti informative più accreditate selezionate in anni di onorata carriera!, allora fate una visitina su Rollyo.

Rollyo utilizza l’open search per rendere flessibile e modulabile la ricerca sul web: registrandosi è possibile creare un profilo con almeno 25 siti sui quali si desidera che il motore effettui la ricerca. La pagina del searchroll personale, inoltre, si apre con il display di tutti gli ultimi post dei blog eventualmente inclusi all’interno della lista degli indirizzi di riferimento.

Avevamo già visto tempo fa una feature analoga: il motore di Swiki (da me settato sul termine biblioteca 2.0). In questo caso, oltre a fornire un elenco di siti all’interno dei quali ricercare, è possibile segnalare una serie di tag che Rollyo dovrà tener presente all’atto della selezione delle informazioni.

Rollyo si basa sull’engine di (ed è posseduto da) Yahoo; come Swiki inserisce di default delle informazioni commerciali, però lo fa in maniera trasparente, contrassegnando i link pubblicitari con la dicitura sponsored links.

Il searchroll settato da me si chiama The Geek Librarian, rientra (obtorto collo, visto che non ve n’erano di più congeniali), sotto la categoria “Computers & Internet” ed ha come tag di riferimento metadata, library, library 2.0, web, folksonomy, open access; inoltre i siti da me indicati come fonti sono pubblici, cioè visibili da tutti gli utenti del web.

Naturalmente il profilo di Rollyo è sempre aggiornabile e, come Swiki, si avvale di un meccanismo di memorizzazione delle risposte corrette per migliorare l’efficacia del motore. Rollyo offre inoltre un plug-in per gli utenti di Firefox, che permette di aggiungere con un click, il motore di ricerca (il proprio o il preferito tra i searchroll) all’elenco dei siti sui quali è possibile lanciare le ricerche all’interno della barra del browser.

Sarebbe interessante esplorare le funzionalità offerte dai motori aperti in ambiti come il reference, nei quali è essenziale poter costruire ex ante, un meccanismo di ricerca sicuro e affidabile, possibilmente centrato sulle competenze del bibliotecario e modulabile sulle esigenze dell’utente

Una Risposta to “Rollyo: motore aperto da personalizzare”

  1. Costruire un motore di ricerca con Yahoo « The Geek Librarian Says:

    […] Vedi i miei post precedenti sull’argomento (Rollyo: motore aperto da personalizzare, Biblioteca+motore di ricerca=Swiki) e i motori Biblioteca 2.0 e The Geek Librarian. […]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: