Will we all be switching to ebooks?

… si chiede Bobbie Johnson sul Guardian del 6 aprile in un articolo sulle meraviglie del nuovo e-book Reader della Sony.

Tra gli entusiasti dell'ennesimo gadget è citato perfino Dan Brown, che afferma: It is not about replacing books. Ebooks offer features that traditional books cannot … if I want a new book, I can download it instantly online, even if it is two in the morning. Secondo il periodico inglese molti editori, già avanti con la digitalizzazione delle opere cartacee, non aspetterebbero altro che di lanciare nel nuovo lettore l'upload dei libri fatti di bit.

Mi sembra che qui il problema non stia tanto nell'indubbia crescita del processo di digitalizzazione o nell'affermarsi (lento ma inesorabile) dei libri elettronici, quanto nella ricerca di un tipo di supporto che valorizzi le peculiarità dei testi digitali, i quali richiedono modalità di fruizione del tutto particolari e certo diverse da quelle dei testi di carta.

Mi chiedo se l'ombra dei fallimenti cui sono andati incontro finora i lettori di e-book non intimorisca almeno un pochino gli evangelisti del nuovo must-have della Sony…

3 Risposte to “Will we all be switching to ebooks?”

  1. serena sangiorgi Says:

    Negli ultimi due anni ho seguito con particolare attenzione il fenomeno ebooks per lavoro e per interesse professionale generale. Credo di poter essere d’accordo sullo scetticismo di Bonaria riguardo l’harware dedicato: direi che attualmente è l’anello più debole della catena, senza dubbio. Un buon portatile leggero e con le connessioni “giuste” è decisamente superiore in versatilità.
    Il mercato pero’ come giutificano i dati di vendita di lettori vari (MP3, Ipod, e via discorrendo) consente eccome di spingere per un n-esimo “bagaglio appresso”, ed è questa l’unica cosa che importa ai produttori.
    Il Geco

  2. bonaria Says:

    Ecco, questo mi sembra assolutamente necessario: avere il parere di chi gli e-book utilizza già da un po’, soprattutto nelle biblioteche.
    C’è modo, per esempio, per i vostri utenti, di scaricare direttamente il file su un dispositivo? E, se sì, che tipo di dispositivo va per la maggiore? Forse il portatile, da quello che dici.
    Personalmente non credo disdegnerei un I-POD video, però certamente non mi ci vedo a leggereci un romanzo… Piuttosto magari un saggio, un articolo, un testo di studio, un sudoku… :)

  3. serena sangiorgi Says:

    E’ ancora un esperimento, non ho abbastanza prove. Lo scarico dipende dalle case editrici, come pure il formato proposto. Non ho visto in giro altro che portatili, e non credo che siano gli studenti il mercato migliore, almeno in Italia: direi di più i docenti, per possibilità economiche e per sfizio innovativo… ma sicuramente non per leggere, diciamo per dei copia-incolla, per consultazioni rapide o similia. Perfettamente vero!
    Il Geco

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: